Come impastare il colore per terzo fuoco con essenza grassa e lavanda.

Come impastare il colore per terzo fuoco con essenza grassa e lavanda.

Oggi vi insegno come si impasta il colore per terzo fuoco con essenza grassa ed essenza di lavanda.

Prima di cominciare la spiegazione, faccio una premessa. Il colore impastato con questi medium è utile per disegnare i contorni delle figure che poi si andranno a colorare, per fare dei decori con il pennino o per realizzare tamponature.

L’utilizzo fondamentale del colore impastato con essenza grassa e lavanda è sicuramente la realizzazione dei tamponati per ottenere un colore uniforme e omogeneo.

Nei prossimi articoli vi spiegherò sia come fare un tamponato, sia come fare interventi con il pennino. Restate collegati.

Fatta questa premessa, vediamo come impastare in modo corretto il colore con i medium grassa e lavanda. Innanzitutto prelevo la giusta quantità di colore in polvere, ricordando che il colore in esubero sarà da buttare poiché si secca e non è più riutilizzabile. Se per esempio, devo solo fare dei contorni di figure, impasto pochissimo colore. Se invece devo tamponare una superficie vasta, ovviamente impasto una quantità di colore adeguata alla dimensione dell’oggetto da decorare. L’esperienza è fondamentale per decidere la quantità di colore da usare.

Dopo aver posto la polvere di colore su una mattonella, con la spatola prelevo un pochino di essenza grassa e lo appoggio sulla mattonella stessa lontano dalla polvere.

Questo è un passaggio fondamentale per la buona riuscita dell’impasto.

Non bisogna esagerare con il medium grasso, altrimenti il colore in cottura “friggerà”, ovvero produrrà degli schizzi, proprio come l’olio che frigge in padella, andando a sporcare tutti gli altri oggetti che sono nel forno. Quindi, trascino l’essenza grassa poco alla volta nella polvere di colore. L’impasto è pronto quando appare ancora granuloso, opaco, magro. Devo fare fatica a inglobare le ultime particelle di polvere. Deve stare incollato alla spatola.

Non lasciatevi tentare di aggiungere altra essenza grassa. Sarebbe un grave errore.

A questo punto, aggiungo essenza di lavanda Anche questa operazione è delicata e fondamentale. Comincio con poche gocce, due o tre, per sciogliere un po’ l’impasto appiccicoso che ho sulla spatola. Aggiungo altre gocce fino ad ottenere un impasto liquido, omogeneo e vellutato. L’impasto è pronto quando, alzandolo con la spatola, cade la goccia.

Attenzione, non deve essere liquido come l’acqua.

Deve essere più fluido. Poi, se devo usare il colore per fare i contorni delle figure, dovrà essere leggermente più liquido. Se invece devo tamponare, consiglio di usare un impasto un po’ più fluido. L’esperienza è ovviamente un’ottima consigliera.

Il segreto per ottenere un impasto perfetto è solo uno: impasto a lungo.

Lo so, è noiosissimo impastare, ma davvero, più a lungo massaggio il colore con i medium, qualunque essi siano, più la polvere si amalgama alla sostanza e l’impasto sarà vellutato, limpido, omogeneo e di conseguenza più facile da usare.

Buon lavoro!

Seguimi per altri consigli sul blog, la pagina Facebook – iscriviti a Elix Art – Il Gruppo su Facebook – iscriviti al canale YouTube – Seguimi su Instagram.

Mettimi il Like!

2 commenti

Anna, aqui no Brasil usamos muito óleo mole e copaíba. A sua essenzia de grassa é terebentina evaporada? Se ela estiver amarela pode diluir com mais terebentina?

Ciao Carla. No, non diluire l’essenza grassa con trementina. Non importa se è diventata gialla, usala così come è. Se per caso è diventata troppo dura per essere usata, allora purtroppo è da buttare via.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *